24 maggio 2017
Aggiornato 23:30
Il video-editoriale per il Diario Motori

Beltramo: Forza Nicky Hayden, ti siamo tutti vicini

Il nostro Paolone rivolge un pensiero triste e preoccupato all'ex campione del mondo di MotoGP, che sta lottando tra la vita e la morte dopo l'incidente di cui è stato vittima mentre si allenava in bici. Una passione che spesso diventa un rischio, per la distrazione degli automobilisti

MILANO – Il nostro Paolo Beltramo dedica un pensiero triste e preoccupato a Nicky Hayden, attualmente in condizioni critiche a causa di un terribile schianto: «L'ex campione del mondo di MotoGP, nel primo pomeriggio di oggi, è stato vittima di un incidente mentre si allenava in bicicletta. Investito da un'automobile, è stato ricoverato a Cesena in codice rosso dopo essere stato stabilizzato sul posto e trasportato a Rimini. Si dice che Nicky stia lottando per la vita, quindi uniamoci a lui e alla sua famiglia con tutti gli sforzi che possiamo fare per stargli vicino e aiutarlo in questo momento così difficile». Il ciclismo è una passione che accomuna molti centauri come lui, ma che si sta tragicamente trasformando sempre più spesso anche in un grave rischio sulle strade di tutti i giorni: «Hayden, come quasi tutti i piloti, adora la bicicletta e lo vedevi spesso alle corse vestito quasi come un corridore professionista, girare in pista alla sera dopo le prove – prosegue Paolone – Questo è un tipo di allenamento aerobico, per la resistenza, che ti mantiene in forma e dà forza alle gambe, che insieme alle braccia sono ciò che più si usa per guidare una moto. Insomma, un'alternativa alla corsa e forse anche meglio. I motociclisti la usano moltissimo, uno dei primi è stato Marcellino Lucchi e oggi i fratelli Marquez e i fratelli Espargaro, che vivono ad Andorra, fanno spesso fuoristrada con le mountain bike. Ma bisogna che gli automobilisti stiano più attenti ai ciclisti, che sono ancora più fragili di noi motociclisti sulle strade, e soprattutto che non guardino i telefonini mentre guidano. Forza Nicky!».