24 maggio 2017
Aggiornato 23:30
I migliori talenti italiani aiutano gli stranieri

Da Asia, Australia e Canada la nuova classe di allievi di Valentino Rossi

Comincia la terza edizione del Master Camp: cinque giorni di lezioni intensive, organizzati da Yamaha e Vr46 che permetteranno a sei promettenti giovani tra i 15 e i 19 anni provenienti da tutto il mondo di affinare le loro doti di guida alla corte del Dottore

CATTOLICA – Si ripete anche quest'anno la positiva esperienza del Master Camp organizzato in collaborazione dalla Yamaha e dalla Vr46 Riders Academy di Valentino Rossi. La nuova classe di allievi motociclisti è composta da promettenti talenti di età compresa tra i 15 e i 19 anni, che vengono non più soltanto dall'Estremo Oriente (Thailandia, Indonesia, Giappone e Malesia) ma anche da Australia e Canada: si tratta di Peerapong Boonlert, Anggi Setiawan, Shota Ite, Muhammad Akid bin Aziz, Brandon Demmery e Tomas Casas. Sono atterrati ieri a Cattolica dove rimarranno fino al prossimo 14 maggio, per allenarsi in palestra, sulla pista da flat track e sull'asfalto, ma anche per acquisire conoscenza in aula con il direttore tecnico del team Sky Vr46 Pietro Caprara. Tra i loro istruttori di guida ci sono i nosri talenti Pecco Bagnaia, Andrea Migno, Luca Marini, Lorenzo Baldassarri e Franco Morbidelli, ma anche Apiwath Wonthananon, già studente del precedente Master Camp, e il campione di flat track Marco Belli. Cinque giorni di lezioni intensive che daranno ai centauri in erba consigli utili e l'incoraggiamento necessario per aiutarli nel miglioramento delle loro abilità di piloti.