24 maggio 2017
Aggiornato 23:30
Un giovane in mezzo ai campioni

Nel paddock della Superbike a Imola c'è anche Fabio Di Giannantonio

Il pilota romano di Moto3 è stato ospite del team Honda nella tappa italiana delle derivate di serie. All'Autodromo Enzo e Dino Ferrari ha accompagnato Nicky Hayden e Stefan Bradl e incontrato la stampa: «Da sempre amo questa categoria, la seguo fin da bambino»

Fabio Di Giannantonio sulla griglia di partenza di Imola con Nicky Hayden (© Gresini)

IMOLA – Il pilota del team Gresini Moto3 Fabio Di Giannantonio è stato l’ospite indiscusso oggi presso l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, dove si è unito ai piloti Honda Nicky Hayden e Stefan Bradl, impegnati nel quinto appuntamento del campionato mondiale Superbike. Il 19enne romano, che risiede a poco più di un'ora dal circuito, si è unito per un giorno al team Honda ed è stato tra i più applauditi nel paddock tutto italiano. Diggia ha accompagnato Hayden e Bradl nella pit walk del mattino, ha partecipato ad una sessione di foto e ad un incontro con gli ospiti degli sponsor. Il numero 21 ha avuto tempo anche per una mini conferenza stampa con media nazionali e internazionali prima di fare la sua apparizione in griglia di partenza al fianco di entrambi i piloti della scuderia Honda. «Sono da sempre un amante della Superbike e la seguo fin da bambino – ha commentato il pilota di Moto3 – Non a caso il mio idolo è Troy Bayliss e a lui è dedicato il numero che porto in gara sulla Honda del team Gresini. Il fatto che mi abbia invitato il team Ten Kate è sicuramente un onore: Hayden è un grandissimo ed è stato un piacere conoscerlo, mentre Stefan era con me in Gresini lo scorso anno ed è stato bello rivederlo. Sono già stato altre volte a vedere la Superbike, il paddock così familiare e il calore della gente sono fantastici, e qui ad Imola non è stato da meno!».