29 aprile 2017
Aggiornato 05:30
Tutte le squadre collauderanno le nuove coperture a rotazione

La Ferrari pensa già al 2018: martedì proverà le gomme del prossimo anno

Cominceranno due giorni dopo la gara di questo weekend, sempre sul circuito del Bahrein, i test organizzati dalla Pirelli con gli pneumatici della stagione che verrà. Ad esordire sarà proprio la Rossa, durante le prove collettive con gli altri team

Una gomma di Formula 1 (© Pirelli)

AL SAKHIR – La Pirelli ha definito con i team il calendario dei test di sviluppo dei pneumatici di Formula 1 2018, sia da asciutto che da bagnato. Si inizia questo martedì, nel corso dei test collettivi in programma subito dopo il Gran Premio del Bahrein, e si finirà il 14-15 novembre sul circuito di Interlagos. Il regolamento sportivo prevede che i test siano articolati su 25 giorni/macchina e, a differenza dello scorso anno, tutti i team vi prenderanno parte. Le nuove soluzioni Pirelli per il 2018 saranno, infatti, testate sulle monoposto attuali, senza necessità di ricorrere, come nella passata stagione, alle vetture modificate. Identiche rispetto allo scorso anno sono invece le modalità di svolgimento dei test, che restano cieche: i team ed i piloti non sapranno cioè che tipo di soluzione stanno provando.

Il calendario
Otto sono i circuiti che ospiteranno il programma di sviluppo. Oltre al Bahrein, dove martedì Ferrari dedicherà una vettura ai test sui pneumatici, ci sono anche Barcellona, Silverstone, Magny Cours, Budapest (anche in questo caso durante i test collettivi subito dopo il Gran Premio), Messico ed Interlagos. Al Paul Ricard, in Francia, si proverà sul bagnato grazie all’impianto che consente di irrigare il circuito in modo programmato. Oltre ad una giornata la settimana prossima, la Ferrari sarà di nuovo in azione per provare le gomme per due giorni, in solitaria, il 3-4 agosto a Barcellona. Alla Mercedes toccheranno quattro giornate: due a Budapest, il 1° e 2 agosto, e altrettante al Paul Ricard il 7-8 settembre, in solitaria. La Red Bull, invece, proverà da sola per due giorni sul bagnato (31 maggio e 1° giugno) e due sull'asciutto (29 e 30 giugno), tutti al Paul Ricard.