29 aprile 2017
Aggiornato 05:30
Attrazioni da non perdere per tutti i ferraristi

Apre al pubblico Ferrari Land, il parco giochi dedicato alla Rossa

Dopo l'inaugurazione ufficiale, prende il volo in Spagna, a Tarragona, il luna park per i tifosi del Cavallino rampante. La star è la Red Force, l'acceleratore verticale che sale 112 metri in appena cinque secondi, raggiungendo i 180 km/h

L'inaugurazione di Ferrari Land con Piero Ferrari (© Ferrari)

TARRAGONA – Dopo l’inaugurazione ufficiale, durante la quale il vicepresidente Piero Ferrari ha premuto il pulsante d’avviamento per dichiarare simbolicamente l’apertura, il Ferrari Land ha aperto i suoi battenti anche al pubblico. Si tratta del primo parco tematico dedicato al Cavallino rampante in Europa, il secondo al mondo dopo il Ferrari World di Abu Dhabi, e occupa un’area di 70 mila metri quadri all’interno del resort PortAventura World, a circa un’ora di distanza da Barcellona. Ferrari Land è dedicato naturalmente ai fan e ai tifosi, ma è soprattutto un luogo dove le famiglie possono divertirsi e, allo stesso tempo, andare alla scoperta della storia del marchio.

Le montagne russe

Le montagne russe (© Ferrari)

Le attrazioni
Sono 11 le attrazioni disponibili. La più spettacolare è sicuramente Red Force, l’acceleratore verticale più alto e veloce d’Europa, con i suoi 112 metri di altezza e i 180 km/h raggiunti in appena cinque secondi: un’esperienza indimenticabile per gli amanti del brivido. Tra le esperienze più innovative, ci sono Racing Legends e Flying Dreams, che permettono di volare (letteralmente) nella storia delle F1 e delle Gt. Ferrari Gallery è un viaggio interattivo nella storia del marchio. C’è la possibilità di cimentarsi in un pit stop o di provare la stessa emozione della guida di una Gt con Maranello Gran Race e non mancano i simulatori per adulti e bambini. Infine, chi vuole provare altri brividi può scegliere le Thrill Towers, due torri a forma di pistone che fanno provare l’emozione della caduta libera.

Il collaudatore Marc Gene su una delle attrazioni

Il collaudatore Marc Gene su una delle attrazioni (© Ferrari)