26 aprile 2017
Aggiornato 09:30
Si prevede una Formula 1 più combattuta

«Cara Mercedes, la festa è finita: nel 2017 arrivano gli avversari»

La Red Bull crede molto nelle modifiche al regolamento che verranno introdotte nella prossima stagione: sarà sempre meno importante il motore, punto di forza dei tedeschi, e di più il telaio. E la Ferrari? Niente proclami...

Lewis Hamilton e Nico Rosberg tagliano il traguardo dell'ultimo GP 2016 (© Mercedes)

ROMA – Come sarà il 2017 della Formula 1? Ci aspetta un'ennesima stagione dominata dalla Mercedes o l'era delle Frecce d'argento sta davvero per finire? Da quando, tre anni fa, i motori V6 ibridi hanno fatto il loro debutto in pista, il Mondiale si è trasformato in un interminabile monologo della scuderia tedesca, che ha vinto la bellezza di 51 Gran Premi su 59 proprio contando sui loro propulsori imbattibili. Ma a rimescolare le carte il prossimo anno interverrà una rivoluzione nel regolamento tecnico, con l'obiettivo proprio di riportare l'equilibrio tra telaio, pilota e motore. E gli sfidanti dei campioni del mondo sono pronti ad approfittarne: «La Mercedes si è trovata nella fortunata posizione di non avere avversari dal 2014 – commenta il team principal della Red Bull Christian Horner – Si sono sempre qualificati in prima fila e, avendo una vettura molto veloce, potevano scegliere la strategia con la consapevolezza che qualsiasi variabile li avrebbe avvantaggiati. Quando invece il gruppo si compatta, la pressione su di te aumenta. E lo sappiamo bene noi, che abbiamo vinto dei campionati molto combattuti, nel 2010 e nel 2012, che sono arrivati sul filo di lana. Penso che noi abbiamo sviluppato una grande esperienza sulla gestione di queste situazioni. Per la Mercedes, invece, trovarsi sotto pressione sarebbe una novità, ma inevitabilmente in qualche momento capiterà anche a loro, e spero che sia per merito della Red Bull».

Voglia di rivincita
Proprio i Bibitari, che a dispetto di un motore Renault poco potente hanno a disposizione il telaio più curato di tutta la griglia di partenza, potrebbero essere i maggiori favoriti da questa sostanziale modifica ai regolamenti: «Cambiare le regole modifica un po' la situazione – prosegue Horner – Sono sicuro che a Toto piacerebbe congelare le macchine per i prossimi cinque anni. Penso che questo cambio dei regolamenti ci offrirà una grande opportunità. Abbiamo un team forte, una coppia di piloti forte e tutti gli ingredienti per disputare un campionato forte per il prossimo anno. Speriamo di poter colmare quel distacco rispetto al dominio che abbiamo visto da parte della Mercedes». Ma la Red Bull non è l'unica ad augurarsi la fine dell'egemonia tedesca: «Spero che il dominio Mercedes finisca, altrimenti in molti perderanno interesse verso il campionato – gli fa eco il team principal della Toro Rosso, Franz Tost – Spero che la Red Bull e la Ferrari possano fare progressi. Se vogliamo migliorare lo spettacolo, prima di tutto dobbiamo riequilibrare i motori. Se nel 2017 la Mercedes avesse ancora un vantaggio, allora la Federazione dovrebbe congelare il suo motore per consentire agli altri di colmare il divario. Al momento questo è un campionato del mondo dei motori, perché al volante della Mercedes anche Alonso e Vettel avrebbero vinto il titolo». Pronte a rendere la vita dura agli iridati in carica, dunque, ci sono le Lattine, ma anche la Ferrari. Che però, dopo aver clamorosamente fallito i suoi obiettivi di vittoria dichiarati a inizio 2016, stavolta ha imparato la lezione, e non farà certo proclami...