29 maggio 2017
Aggiornato 00:00
Resta in dubbio la sua partecipazione al Gran Premio del Mugello

Il primario gela l'entusiasmo di Valentino Rossi: «Non è pronto per tornare in moto»

Anche se il Dottore è stato dimesso già ieri dall'ospedale ed è potuto rientrare a casa a sole ventiquattr'ore dal ricovero, il dottor Giannicola Lucidi, numero uno del reparto di ortopedia nonché suo amico personale, rimane realista: «Per ora non può allenarsi, vedremo nei prossimi giorni»

Comincia il weekend della Superbike in Gran Bretagna

Marco Melandri migliore delle Ducati: è lui l'anti-Kawasaki a Donington

Macio fa meglio del suo compagno di squadra Chaz Davies nella prima giornata di prove libere sul circuito inglese, piazzandosi subito dietro al terzetto di moto giapponesi: «Giornata positiva, siamo partiti con il piede giusto e la Panigale R ha funzionato bene immediatamente»

Indicazioni rassicuranti dal personale sanitario

Superati gli esami di controllo: Valentino Rossi lascia l'ospedale di Rimini

I medici lo hanno dimesso escludendo complicazioni delle lievi lesioni al fegato e al rene provocate dal trauma al torace e all'addome in seguito alla caduta dalla moto da cross di cui è stato vittima ieri. Sembra avvicinarsi l'obiettivo di correre il prossimo Gran Premio al Mugello

L'amico Uccio rassicura i fan di Valentino Rossi: «Sta bene, pensa già al Mugello»

Ci pensa l'inseparabile Alessio Salucci, al suo fianco anche all'ospedale Infermi di Rimini dove il Dottore è ricoverato dopo l'incidente di ieri sulla pista da motocross, a raccontare ai giornalisti lo stato di salute del campione: «Ha dato una bella botta, ma scalpita per tornare a casa»

Un inconveniente sulla preparazione per il prossimo Gran Premio

Valentino Rossi sta meglio dopo l'incidente: forse correrà al Mugello

Il Dottore è caduto a Cavallara mentre era in sella ad una moto da cross, riportando traumi toracici ed addominali ma nessuna frattura. Dopo una notte di osservazione trascorsa nel reparto rianimazione di Rimini, potrebbe tornare a casa già nel pomeriggio di oggi

La Honda l'ha provata nei test di Barcellona

Marquez promuove la nuova gomma: «Con la vecchia si cadeva senza preavviso. Questa invece...»

Finalmente al Mugello torna l'anteriore più rigido che Marc, come anche Valentino Rossi, aveva chiesto a gran voce. E quindi scivolate come quelle di Le Mans non si dovrebbero più ripetere: «Lo pneumatico che useremo dalla prossima gara si muove di meno ed è più costante»

I test di Barcellona rilanciano Jorge Lorenzo: «E se al Mugello vincessi io?»

Nella giornata di prove private di ieri ha girato a meno di due decimi dalla Honda di Marc Marquez, e ha apprezzato perfino il nuovo pneumatico anteriore più rigido a cui inizialmente si era opposto. Tanto da concedersi una pazza idea: «Domenica prossima, in casa Ducati, non si sa mai»

Le condoglianze del suo vecchio team

I suoi ex compagni Dovizioso e Stoner in lutto per Hayden: «Gli volevamo bene»

Andrea e Casey, che condivisero il box con il campione americano ai tempi della Ducati, gli danno il loro ultimo saluto. E anche Jorge Lorenzo, che fu suo avversario, manifesta il suo cordoglio per la tragedia del 35enne pilota statunitense scomparso questa settimana

Per trionfare è disposto a rischiare tutto

Quella caduta di Valentino Rossi: «Ho sbagliato io, ma Vinales mi ha fregato»

Il Dottore non cerca alibi, ma forse un motivo per quell'inspiegabile scivolata che lo ha messo fuori gioco all'ultimo giro del GP di Francia c'è: Se lui non avesse tagliato la chicane, recuperando il mio vantaggio, non avrei commesso quell'errore. Sentivo di poter vincere e ci ho provato»

Quando il Kentucky Kid e il Dottore si divertivano insieme sulla neve

Nicky Hayden e Valentino Rossi: rivali, ma soprattutto amici

Avevano lottato l'uno contro l'altro nel Mondiale 2006, vinto dall'americano. Ma avevano anche condiviso la stessa squadra sia ai tempi della Honda che a quelli della Ducati. Sviluppando un rapporto vero e sincero che si è interrotto solo per colpa di questa maledetta fatalità

Paolo Beltramo ricorda Nicky Hayden: «Un uomo dolce, semplice, naturale»

L'ultimo saluto dello storico inviato nel Motomondiale al campione del mondo 2006, che si è spento proprio oggi in ospedale dopo il terribile incidente in bicicletta di cui è stato vittima mercoledì scorso: «Una persona corretta, civile e disponibile, mai arrogante e mai cattiva»

Gara da dimenticare per il Dottore e Magic Marc

Marc Marquez e Valentino Rossi, i due rivali finiscono a terra: «Siamo tutti umani»

Grandi avversari, ma uniti dallo stesso destino nel Gran Premio di Francia: entrambi cadono e raccolgono zero punti, perdendo terreno prezioso in classifica mondiale: «Anche noi possiamo sbagliare». Ma forse anche la loro soluzione sarà la stessa: la gomma anteriore più rigida

Johann Zarco, il podio è solo l'inizio: «Prenderò il posto di dio Valentino Rossi»

Come all'esordio in Qatar, anche di fronte al suo pubblico a Le Mans il 26enne francese è subito scattato in testa. E stavolta non ha sbagliato lui, ma il Dottore, aprendogli le porte del secondo posto dopo sole cinque gare in MotoGP. Chissà che un giorno non gli ceda pure la moto...

Piazzamenti preziosi per la Rossa a Le Mans

Ducati meglio del previsto: Andrea Dovizioso sfiora il podio, Jorge Lorenzo rimonta

Gli avversari cadono, la Desmosedici resta in piedi: così Desmodovi riesce ad arrivare quarto a soli undici secondi dalla vetta, mentre Por Fuera risale dal sedicesimo al sesto posto finale. Ma non c'è piena soddisfazione: «Dobbiamo continuare a migliorare la nostra moto»

Beltramo: Che peccato Valentino Rossi, poteva essere una gara leggendaria

Il Dottore c'è, anche se stavolta gli è andata male: con questo doppio errore a Le Mans scivola terzo in classifica generale. Strepitoso il secondo posto dell'idolo di casa Johann Zarco, che solleva un dubbio: è lui più forte di Vale e di Maverick Vinales o la Yamaha 2016 non è peggio della 2017?

Il GP di Francia nella classe di mezzo è dominato dai nostri

Frecce tricolori in Moto2: è doppietta italiana Morbidelli-Bagnaia

Franco si rialza dalla caduta di due settimane fa a Jerez e coglie la sua quarta vittoria in cinque gare, allungando a venti i suoi punti di vantaggio in testa alla classifica generale. Pecco conferma i progressi visti in Spagna e, a Le Mans, si prende il secondo podio consecutivo

Il numero 21 ora è sesto nel Mondiale

Il podio di Fabio Di Giannantonio salva la giornata dell'Italia in Moto3

Il romano del team Gresini è l'unico dei nostri a giocarsi le prime posizioni in un Gran Premio di Francia della classe inferiore per il resto dominato dalla doppietta spagnola di Joan Mir e Aron Canet. Diggia rimonta dalla sedicesima piazza sulla griglia di partenza fino al terzo posto all'arrivo

Atmosfera di alta tensione alla Rossa

Jorge Lorenzo, il solito attaccabrighe: litiga con un altro pilota e con il suo boss

Basta che la sua Ducati torni in fondo alla griglia di partenza per rivedere il Por Fuera nervoso che conosciamo ormai da anni. Prima, in commissione sicurezza, volano insulti con il collega Jack Miller, poi nel suo box battibecca con il team manager Davide Tardozzi

Le moto di Tokyo costrette a inseguire in Francia

Cucù, il dominio Honda non c'è più. Marc Marquez: «A Le Mans facciamo fatica»

A sole due settimane dal monopolio di Jerez, il rapporto di forze con la Yamaha si è ribaltato: «Questa non è una pista adatta a noi», ammette il campione del mondo, solo quinto nelle qualifiche di oggi. E il vincitore dell'ultima gara, Dani Pedrosa, non va oltre il tredicesimo posto

Beltramo: La pole era alla portata di Valentino Rossi, ma ora si gioca la vittoria

Un sabato di qualifiche sorprendente, movimentato, divertente e interessante si conclude con un trio di Yamaha davanti a tutti. Il Dottore manca il miglior tempo solo per via del traffico, ma sulla carta dovrebbero essere le moto di Iwata a contendersi il successo domani

DIARIO TV

Minardi: Ferrari perfetta. C'è solo una sorpresa che può rovinarle la festa...

La Rossa si dimostra la macchina da battere anche nel Gran Premio di Montecarlo. Ma continua a pendere sulla sua testa il rischio di penalità dovute alle troppe sostituzioni di componenti del motore. Per questo è giusto far guadagnare a Sebastian Vettel il massimo vantaggio possibile

Ultime prove per Fernando Alonso a Indianapolis: «E ora via con la 500 Miglia»

27/05/2017 21:38:22

Beltramo: Periodo nero per Valentino Rossi, ora basta con la sfiga

26/05/2017 14:20:14

Due nuove mostre inaugurate al Museo Ferrari di Maranello

26/05/2017 13:13:56

Un giro a Montecarlo con Verstappen e Ricciardo... in versione mini

26/05/2017 12:53:19

Ultime notizie

Guarda tutte

Donington amara per la Ducati, resta solo il terzo posto di Chaz Davies

Ci pensa il gallese a portare a casa almeno un podio per la Rossa dal weekend britannico della Superbike, ma resta comunque ben lontano dalle due Kawasaki in testa. Marco Melandri fuori gara per un problema alla trasmissione. Ora servirà un riscatto nella tappa di casa di Misano

Minardi: Ferrari perfetta. C'è solo una sorpresa che può rovinarle la festa...

La Rossa si dimostra la macchina da battere anche nel Gran Premio di Montecarlo. Ma continua a pendere sulla sua testa il rischio di penalità dovute alle troppe sostituzioni di componenti del motore. Per questo è giusto far guadagnare a Sebastian Vettel il massimo vantaggio possibile

E stavolta Lewis Hamilton esulta per un settimo posto: «Sei punti? Meglio di niente»

Il campione anglo-caraibico non si è arreso e, grazie anche ad una strategia azzeccata, ha risalito la china dalla tredicesima piazzola di partenza: «Stanotte non ho dormito, invece ora sono molto contento». Ma ora il suo distacco dal rivale Sebastian Vettel è di ben ventincinque lunghezze

I due volti della doppietta Ferrari: Sebastian Vettel trionfante, Kimi Raikkonen imbufalito

Il campione tedesco ha potuto superare il suo compagno di squadra, involandosi verso la vittoria a Montecarlo, ritardando il momento del pit stop. Una decisione che non è piaciuta ad Iceman: «Di sicuro avevano i loro motivi, ma per me il secondo posto non vale niente»

I più visti

» Top 50