25 febbraio 2017
Aggiornato 03:00
La casa italiana di nuovo in auge

Rientro storico: la Abarth torna a correre nel Mondiale Rally

Il marchio dello Scorpione farà la sua ricomparsa nel Wrc con la 124, pronta ad esordire dal 19 al 22 gennaio a Montecarlo, prima e più importante gara del calendario internazionale, un test fondamentale per lo sviluppo

Le Abarth 124 Rally che correranno a Montecarlo (© Abarth)

ROMA – Debutto in grande stile per la nuova Abarth 124 Rally che esordirà nelle competizioni in occasione dell'85° Rallye di Montecarlo, prova d'apertura del campionato mondiale rally 2017, in programma dal 19 al 22 gennaio. Tre equipaggi privati hanno infatti scelto la nuova Abarth 124 Rally per affrontare una delle prove più difficili e prestigiose del Mondiale, riportando in auge il marchio dello Scorpione, grande protagonista della specialità. Tre equipaggi che rappresentano tre tipologie diverse di piloti: il francese François Delecour, in coppia con Dominique Savignoni, ha un passato da pilota ufficiale vice campione del mondo nel 1993 e ha vinto nel 2015 la Coppa Fia R-Gt, campionato internazionale riservato alle gran turismo, categoria nella quale corre l'Abarth 124 Rally; il giovanissimo Fabio Andolfi, con Manuel Fenoli, è considerato uno dei piloti italiani più promettenti ed è appoggiato in questa partecipazione da Aci Sport nel quadro del progetto giovani Aci Team Italia; Gabriele Noberasco, con Daniele Michi, è un gentleman driver molto veloce ed esperto, che ha vinto molte competizioni a livello nazionale e vanta diverse partecipazioni al Rallye di Montecarlo, una delle quali disputata al volante di una Abarth 500 R3T.

Le preparazioni
In questi giorni i tre equipaggi, supportati dai rispettivi team, il francese Milano Racing e Bernini Rally, hanno svolto alcuni test specifici in vista della corsa monegasca sulle strade del Cuneese, insieme al pilota-collaudatore Alex Fiorio, che ha svolto il lavoro di sviluppo e messa a punto della vettura insieme alla squadra corse Abarth. Nelle tre giornate di prove sono stati messi a punto molti particolari e testati gli pneumatici Michelin, questi ultimi componenti determinanti in una gara invernale e con un percorso di montagna come il Montecarlo. I piloti hanno così avuto modo di prendere confidenza con la nuova Abarth 124 Rally, un'automobile che rappresenta una grande novità. L'Abarth 124 rally rompe infatti gli schemi, coniugando spettacolo e tecnologia: la trazione posteriore garantisce spettacolo e, grazie a un preciso lavoro di sviluppo, raggiunge prestazioni assolute di altissimo livello.

Un trofeo tutto suo
La vettura è già omologata nella categoria R-Gt e può quindi prendere parte alle competizioni nazionali e internazionali. Abarth organizza il trofeo Abarth 124 rally, che si articola su sette rally tutti nell'ambito del campionato italiano rally: sei su fondo asfaltato e uno su fondo sterrato. In questo modo chi partecipa al trofeo può concorrere anche per la conquista dell'inedito titolo italiano della categoria R-Gt. Molto ricco il montepremi, che prevede riconoscimenti per la classifica assoluta, per gli under 23 e per i team. Tutti i premi gara (che prevedono 5 mila euro per il primo classificato, 4 mila euro per il team e 2 mila euro per gli under 23) sono cumulabili. Il regolamento prevede che le prime tre posizioni, sia di gara che finali, vengano premiate in ogni categoria. La vera novità del montepremi è infatti l'inserimento di un riconoscimento per le squadre meglio classificate con un montepremi finale pari a 30 mila euro. Per il vincitore della classifica under 23 è prevista la partecipazione al Rally di Monza 2017 con la 124 rally ufficiale Abarth. Inoltre sono previsti, il super corso federale Aci Sport e un master rally organizzato direttamente dalla squadra corse Abarth. Il vincitore della classifica finale assoluta avrà in premio un esemplare del nuovo Abarth 124 spider stradale.