Ultimo atto dell'annata di Formula 1

Ferrari, Mercedes e Red Bull anticipano la sfida 2017

I tre top team hanno preso parte oggi ad Abu Dhabi ad un test già proiettato alla stagione futura: in pista vetture modificate per simulare i carichi aerodinamici del nuovo regolamento e con le gomme del prossimo anno

Kimi Raikkonen in pista nei test di Abu Dhabi (© Ferrari)

Kimi Raikkonen in pista nei test di Abu Dhabi (© Ferrari)

ABU DHABI – È calata l’oscurità sul circuito di Abu Dhabi: due giorni dopo il podio di Vettel si è concluso l’ultimo atto operativo della stagione 2016. Al volante di una SF15-T, modificata per simulare i carichi aerodinamici del prossimo anno, Kimi Raikkonen ha percorso 97 giri, nell’ambito di un test di sviluppo per le gomme Pirelli destinate alla stagione 2017. Nel corso della sessione, durata dalle 9 del mattino fino alle 16.30 circa, Kimi ha provato diverse combinazioni di mescole e costruzioni, concludendo le prove con sequenze di giri più lunghe. Al test hanno partecipato anche Mercedes e Red Bull Racing.

Già con le gomme nuove
L’ultimo giorno dei test con pneumatici in versione 2017 (su un totale complessivo di 24 giornate) ha visto scendere in pista sul circuito di Yas Marina tutte e tre le monoposto muletto dei top team. Si tratta di vetture 2015 modificate e progettate per simulare i nuovi regolamenti del prossimo anno che porteranno a un aumento in termini di velocità di cinque secondi al giro rispetto alla stagione appena conclusa. Per realizzare i pneumatici più adatti ai nuovi carichi incrementati, Pirelli ha testato numerose mescole e strutture, con il lavoro di sviluppo che è proseguito oggi a Yas Marina dalle 9 alle 18 in condizioni di caldo e asciutto. Le tre monoposto hanno completato un totale complessivo di 331 giri, equivalenti a circa 1839 chilometri o sei distanze del Gran Premio di Abu Dhabi. Sono stati testati circa 96 diversi prototipi, con tutti i team che hanno provato una varietà di specifiche per massimizzare la raccolta dei dati. In pista Kimi Raikkonen per Ferrari, Lewis Hamilton (che a metà giornata ha dato forfait per un malessere) e Pascal Wehrlein su Mercedes, Daniel Ricciardo e Max Verstappen per Red Bull.

Parola alla Pirelli
Paul Hembery, direttore motorsport Pirelli, ha commentato: «Per l’ultimo test dell’anno, cinque piloti di F1 hanno provato i nostri pneumatici 2017 completando il programma di sviluppo con tre monoposto insieme. Adesso inizia il lavoro più complesso, con la raccolta e l’analisi dei risultati di 24 giorni di test e circa 12 mila chilometri percorsi, per definire i pneumatici con cui correremo il prossimo anno e con i quali verranno equipaggiate le monoposto 2017 nel primo test collettivo del prossimo febbraio. Il nostro ultimo test ad Abu Dhabi è andato secondo i piani e siamo riusciti a raccogliere i dati necessari grazie alle tre monoposto muletto di Mercedes, Red Bull e Ferrari; senza di loro sarebbe stato impossibile svolgere questo intenso programma di sviluppo».