Resta in sospeso il Gran Premio di Aragon per il ducatista

Dubbio Iannone: per i medici può correre, ma lui non è sicuro

Dopo la visita di controllo di oggi pomeriggio, il Maniaco ha ottenuto il via libera per questo weekend di gara, ma lui vuole restare cauto: «Correrò solamente se non sentirò dolore. Con la schiena non si scherza»

Andrea Iannone ai box Ducati (© Ducati)

Andrea Iannone ai box Ducati (© Ducati)

ALCAÑIZ«Il mio problema sarà il dolore perché quando la schiena subisce una compressione e si tenta di fare uno sforzo con le braccia, si sente dolore, come nel mio caso». Andrea Iannone, pilota della Ducati, nonostante abbia ottenuto il via libera per correre nel Gran Premio di Aragon da parte dei medici, chiarisce che prenderà parte alla gara solo se non sentirà tanto dolore, come spiega ai microfoni di Sky Sport 24: «Dovrò capire quando sarò in moto quanta forza dovrò fare e se lo stress sarà contenuto. Se sarà necessaria tanta forza per spingere, non potrò correre perché il dolore è troppo forte. Non puoi rischiare quando c'è dolore, perché vuol dire che c'è qualcosa che non va: stiamo parlando di una vertebra ed io devo avere pazienza e recuperare al 100%. Con la schiena non si si scherza».

(da fonte Askanews)