27 marzo 2017
Aggiornato 02:31
Ci si prepara per il prossimo anno

La Ferrari porta al debutto le gomme Pirelli 2017

Annunciato il calendario dei test con gli pneumatici più larghi per la prossima stagione. Inizierà il Cavallino rampante il 1° e 2 agosto, seguono Red Bull e Mercedes. La prova collettiva di convalida a fine novembre

Le nuove gomme Pirelli per il 2017 (© Pirelli)

MILANO – Sarà una Ferrari SF15-T modificata a condurre il primo test in pista dei pneumatici Pirelli F1 in specifica 2017. Due i giorni di test in programma, il 1° e il 2 agosto, sul circuito Ferrari di Fiorano Modenese allagato artificialmente per l’effettuazione di prove con pneumatici Cinturato intermediate e full wet. Seguiranno, il 3 e il 4 agosto, al Mugello con il team Red Bull, due giorni di test con i pneumatici P Zero slick. In settembre scenderà in pista al Paul Ricard anche il team Mercedes, che mette a disposizione la terza (oltre a quelle di Ferrari e Red Bull) delle F1 2015 modificate che consentiranno di svolgere tutto il programma di test e sviluppo concordato con la Fia e con i team. I tre team partecipanti dovranno condividere con le altre squadre tutti i dati raccolti nel programma di sviluppo, per garantire la massima equità sportiva.

Il programma delle prove
In tutto, lo sviluppo dei pneumatici 2017 si articolerà su 10 sessioni per un totale di 24 giornate di test/macchina. Tre, come detto, i team che hanno messo a disposizione una F1 2015 modificata secondo una precisa direttiva tecnica emessa da Fia e con l’obiettivo di simulare le prestazioni attese il prossimo anno: più carico aerodinamico, carreggiata allargata e nuove misure dei pneumatici le differenze più significative. Ognuno disputerà sessioni dedicate per un identico totale di sette giornate/macchina e suddividendo equamente i programmi di sviluppo. I tre team si troveranno insieme in pista per un test collettivo di convalida, il 29 novembre ad Abu Dhabi, due giorni dopo l’ultimo GP stagionale. Cinque i circuiti che ospiteranno il programma di sviluppo. Oltre ai già citati Fiorano, Mugello, Paul Ricard e Abu Dhabi, fra settembre e ottobre si proverà anche a Barcellona.